Testata: “IL GAZZETTINO”

Anno / Numero: 2017

Data: 13 Settembre 2017

MONTEBELLUNA – Dal dialogo fra Comune e parrocchia del Duomo “rispunta” il parco della memoria al cimitero di Santa Maria in colle. E intanto i restauri di Villa Pisani rivelano nuovi affreschi. L’idea c’è, i soldi per ora no. Si tratta di unire in un unico progetto la casa del campanaro di Santa Maria Colle, di proprietà della Parrocchia del Duomo, e il vecchio cimitero non usato da decenni. Il sindaco Marzio Favero e il prevosto Don Antonio Genovese ne hanno parlato e ieri il primo cittadino ha ufficializzato l’idea. “Vorremmo predisporre – dice Favero – un progetto unitario che permetta di fare del cimitero un parco, un luogo di memoria e spettacolo e della casa del campanaro un luogo d’incontro per associazioni, ma anche di attività culturali. Su tale base chiederemo finanziamenti.  Fantascienza? Anche Villa Pisani lo sembrava.”. Intanto, proprio a proposito di Villa Pisani, ieri è stato effettuato un sopralluogo. E si è appurato come gli interventi di pulizia abbiano restituito i medaglioni in marmo infissi nello stucco che sormontano le porte interne. Si tratta di altorilievi di ottima fattura la cui percezione si era completamente smarrita a seguito dell’annerimento causato dall’incendio avvenuto negli anni ’90. Non solo. Da alcune minime aperture dal graticcio della volta affrescata è emerso che probabilmente sotto l’intonaco vi sono altri strati importanti affreschi. Altri affreschi sono emersi nel grande vano che ospita la scala di salita al secondo piano. Fine lavori? “Esatate 2018 – conferma Favero – stanno andando più veloci del previsto”.

L.BON